Risultati
Giro di Polonia 2018 - Kwiatkowski padrone nella quarta tappa, secondo Teuns

Giro di Polonia 2018 - Kwiatkowski padrone nella quarta tappa, secondo Teuns

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

Prova di forza di  Michal Kwiatkowski (Team Sky) nella quarta tappa del Giro di Polonia 2018. Il beniamino di casa ha conquistato a Szczyrk il primo arrivo in salita della rassegna polacca contenendo nell'ultimo chilometro l'azione del campione uscente  Dylan Teuns (BMC Racing Team) e battendolo poi allo sprint. Per il Campione del Mondo di Ponferrada anche la maglia di leader della classifica generale.

Brusco cambio di panorama per il Tour de Pologne che dopo tre tappe piatte prevedeva quest'oggi la prima frazione di montagna. Ad animare la giornata ci hanno provato  Jan Tratnik (CCC Sprandi Polkowice),  Bert Van Lerberghe (Cofidis, Solutions Crédits) e  Marek Rutkiewicz (Nazionale Polacca) che sono scattati subito dopo il via arrivando a guadagnare fino a 6' sul gruppo. 

La situazione si è rimescolata sulle prime due asperità di giornata; il polacco e l'olandese si sono staccati in testa mentre da dietro partivano  Jorge Arcas (Movistar Team),  Patrick Konrad (BORA - hansgrohe),  Georg Preidler (Groupama-FDJ) e  Ivan Rovny (Gazprom-RusVelo). Il ceco Tratnik ha provato a rimanere con questo quartetto ma le fatiche della prima metà di gara lo hanno costretto ad alzare ben presto bandiera bianca. Anche i contrattacacnti però hanno avuto vita breve e ai -13 il plotone principale pilotato dagli Sky ha raggiunto tutti i battistrada.

Nel finale tutti i big hanno preso con le molle l'ultimo chilometro che presentava anche pendenze in doppia cifra. Il più coraggioso è stato  Richard Carapaz (Movistar Team) che lanciato da un proprio gregario ha anticipato le mosse scattando proprio sotto il triangolo rosso. L'ecuadoriano però ha dosato male le forze ed è stato riassorbito ai -600. Poco dopo è arrivato l'atteso affondo di  Dylan Teuns; il belga si è tolto di ruota tutti gli avversari tranne  Michal Kwiatkowski che ha giocato di rimessa contando sul proprio spunto migliore che nel breve rettilineo conclusivo gli ha permesso di prendere il largo.

Presente anche l'Italia nella battaglia finale, con  Enrico Gasparotto (Bahrain Merida Pro Cycling Team) che ha chiuso ottavo e  Davide Formolo (BORA - hansgrohe) decimo; un po' più ingolfato  Fabio Aru (UAE Team Emirates) che in arrivo poco adatto alle proprie caratteristiche ha pagato una quindicina di secondi.



CLICCA PER ORDINE D'ARRIVO




07/08/2018

Matteo Pierucci


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio