Risultati
Giro di Polonia 2019 - Vittoria senza gioia per Ackermann, Jakobsen arriva primo ma viene squalificato

Giro di Polonia 2019 - Vittoria senza gioia per Ackermann, Jakobsen arriva primo ma viene squalificato

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

Nel giorno del lutto per la scomparsa di  Bjorg Lambrecht (Clicca qui per i dettagli) è proseguita la corsa al Giro di Polonia 2019. A conquistare la tappa numero 3 è stato  Pascal Ackermann (BORA - hansgrohe) che ha dunque bissato la vittoria conseguita nella giornata inaugurale. In primo a tagliare il traguardo a Zabrze era stato  Fabio Jakobsen (Deceuninck - Quick Step) ma il neerlandese è stato squalificato per una spinta ai danni di  Marc Sarreau (Groupama - FDJ).

Terza frazione e terzo fuga a lunga gittata per  Charles Planet (Team Novo Nordisk) stavolta accompagnato da  Evgeny Shalunov (Gazprom-RusVelo) e dal portacolori della nazionale polacca  Adrian Kurek. Il corridore francese ha a lungo indossato la maglia gialla virtuale grazie all'ennesimo bonus conquistato al Traguardo Volante. Il maltempo ha giocato un brutto scherzo al gruppo e varie cadute si sono susseguite fra cui quella in cui è incappato lo sfortunatissimo Lambrecht. Fra i corridori finiti a terra anche i fuggitivi Kurek e Planet che hanno finito nel peggiore dei modi la proprie esperienza da battistrada.

La volata conclusiva è stata tiratissima come nei due giorni precedenti.  Fabio Jakobsen è partito alle spalle di  Pascal Ackermann e  Danny Van Poppel superandoli di slancio e tagliando per primo il traguardo. Le telecamere hanno però svelato una spinta del campione nazionale neerlandese ai danni di Sarreau e l'ordine d'arrivo è stato dunque riscritto al VAR. 





05/08/2019

Diretta Ciclismo


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio