Risultati
Giro di Svizzera 2018 - Juul Jensen azzecca la fuga e anticipa i velocisti, Matthews primo dei battuti

Giro di Svizzera 2018 - Juul Jensen azzecca la fuga e anticipa i velocisti, Matthews primo dei battuti

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

Impresa di  Christopher Juul Jensen al Giro di Svizzera 2018: il danese della Mitchelton-Scott ha centrato il successo grazie a una fuga magistrale iniziata subito dopo il via e conclusasi trionfalmente sul traguardo di Gstaad. A pochi secondi dal vincitore  Michael Matthews  (Team Sunweb) ha regolato il gruppo dei migliori precedendo allo sprint un sorprendente  Yves Lampaert (Quick-Step Floors).

Per il secondo giorno consecutivo i corridori si sono ritrovati a gareggiare sotto una pioggia battente. Pronti-via e subito è partita la fuga buona: il campione elvetico  Silvan Dillier (AG2R La Mondiale) è stato il primo a muoversi inseguito da altri atleti. Alla ruota della sorpresa della scorsa Roubaix si sono rapidamente portati  Christopher Juul Jensen (Mitchelton-Scott),  Nathan Brown (EF Education First-Drapac p/b Cannondale),  Mark Christian (Aqua Blue Sport) e  Paul Ourselin (Direct Energie) mentre è stato costretto a un inseguimento più lungo  Nans Peters (AG2R La Mondiale) che comunque è riuscito nel proprio intento; non è stato in grado di inserirsi nel drappello di testa  Sho Hatsuyama (Nippo - Vini Fantini - Europa Ovini) che dopo aver pedalato a lungo a bagno maria è stato costretto a rialzarsi.

Il vantaggio dei sei battistrada è cresciuto costantemente fino a che in testa al gruppo è rimasta la BMC, assolutamente incurante di loro; intorno ai -80 hanno guadagnato la testa del plotone altre formazioni come BORA e Quick-Step e solo allora il ritmo degli inseguitori è aumentato. All'approccio della salita più importante di giornata, Saanenmöser, intorno ai -15 il margine del sestetto era ancora nell'ordine dei due minuti.

Il primo a rompere gli indugi in testa è stato  Nathan Brown che con una serie di allunghi ha sgretolato il plotoncino; lo statunitense ha però pagato lo sforzo più avanti quando  Christopher Juul Jensen e  Nans Peters lo hanno raggiunto e superato. Al passaggio al GPM il primo a transitare è stato il transalpino della AG2R seguito a breve distanza dal danese della Mitchelton; poco più indietro incombeva il gruppo che sembrava in grado di ricucire lo strappo. Ma con una grande discesa Juul Jensen ha ripreso Peters staccandolo poi appena giunti in pianura.

Gli ultimi 3000 metri, tutti su strade pianeggianti e rettilinee, sembravano sfavorire il battistrada da solo; ma il corridore danese è stato in grado di difendere una manciata di secondi sul gruppo concludendo sul traguardo a braccia alzate. Alle sue spalle i velocisti hanno dato luogo a uno sprint poco combattuto visto che in palio non c'era la vittoria;  Michael Matthews  ha centrato il terzo posto mentre  Peter Sagan si è piazzato soltanto quarto. Ancora una buona prestazione per  Sonny Colbrelli (Bahrain Merida Pro Cycling Team) e  Enrico Battaglin (Team LottoNL - Jumbo), rispettivamente quinto e settimo.

Domani si inizierà a fare sul serio con la prima tappa di alta montagna: due GPM di prima categoria e uno di categoria speciale per giungere all'arrivo in quota di Leukerbad. In maglia gialla ci sarà  Stefan Küng (BMC Racing Team) che anche quest'oggi si è difeso senza particolari patemi.



CLICCA PER ORDINE D'ARRIVO




12/06/2018

Matteo Pierucci


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio