Risultati
Giro di Svizzera 2019 - La prima salita premia Tolhoek. Bernal stacca i rivali e conquista la maglia

Giro di Svizzera 2019 - La prima salita premia Tolhoek. Bernal stacca i rivali e conquista la maglia

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

Prima tappa di alta montagna e prima fuga a segno al Giro di Svizzera 2019. Il traguardo in quota di Flumserberg ha premiato il neerlandese  Antwan Tolhoek che è risultato il più forte fra i 26 attaccanti della prima ora. Il portacolori della Jumbo-Visma ha dovuto penare per resistere alla rimonta di  Egan Arley Bernal (Team INEOS) che ha staccato tutti i rivali per la generale arrivando a sfiorare il successo parziale; il fenomeno colombiano si consola comunque con la maglia oro.

L'avvio di corsa è stato velocissimo complice l'andamento della strada in leggera discesa. Ci sono voluti quasi venti chilometri prima che si sganciasse il tentativo buono portato fra gli altri da corridori di prima fascia come  Rui Alberto Faria Costa e  Alexander Kristoff (UAE Team Emirates),  Matteo Trentin (Mitchelton-Scott),  Matej Mohoric (Bahrain Merida Pro Cycling Team),  Daniel Oss (BORA - hansgrohe) e  Jasper Stuyven (Trek-Segafredo). Inizialmente il gruppo ha tenuto i battistrada nel mirino ma poi dietro hanno rallentato facendo lievitare il margine fino a 4 minuti. Sulla prima salita di giornata hanno allungato in testa  Matteo Trentin (Mitchelton-Scott),  Colin Joyce (Rally UHC Cycling) e  Claudio Imhof (Nazionale Svizzera) ma il drappello al comando si è ricompattato verso l'erta finale. 

La bagarre è stata accesa proprio da  Antwan Tolhoek (Team Jumbo-Visma) che con un primo scatto si è portato dietro i soli  Lluis Guillermo Mas Bonet (Movistar Team) e  Patrick Bevin (CCC TEAM); al loro inseguimento si è messo  Rui Alberto Faria Costa (UAE Team Emirates) che è sempre rimasto in vista dei primi tre. Ma a tremila metri dalla vetta il neerlandese ha messo d'accordo tutti con un nuovo affondo irresistibile per gli avversari.

Alle loro spalle è risalita forte la INEOS in particolare con  Kenny Elissonde che con il proprio ritmo ha sbriciolato il gruppo principale. A un chilometro e mezzo dal traguardo è arrivato l'affondo di  Egan Arley Bernal. Per quanto fosse atteso e temuto il colombiano ha messo i rivali uno per angolo facendo immediatamente la differenza. L'unico a resistere è stato  Antwan Tolhoek che ha così potuto gioire per la prima vittoria in carriera. Terza piazza per l'altro fuggitivo  Francois Bidard (AG2R La Mondiale) mentre al quarto e al quinto hanno concluso  Jan Hirt (Astana Pro Team) e  Domenico Pozzovivo (Bahrain Merida Pro Cycling Team).





20/06/2019

Diretta Ciclismo


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio