Risultati
Giro di Svizzera 2019 - Show di Bernal. Secondo Pozzovivo, decimo Aru

Giro di Svizzera 2019 - Show di Bernal. Secondo Pozzovivo, decimo Aru

(foto: Claudio Bergamaschi)

condividi la pagina:

Come da pronostici è  Egan Bernal il dominatore del Tour de Suisse 2019. Il fenomeno della INEOS ha staccato tutti lungo la scenografica ascesa del San Gottardo andando a conquistare il successo nella tappa numero 7 e mettendo in cassaforte la maglia oro. A 22'' dal vincitore ha concluso una coppia tutta Bahrain-Merida con  Domenico Pozzovivo secondo e  Rohan Dennis terzo.

Il secondo tappone alpino della rassegna elvetica presentava caratteristiche ben diverse da quello di ieri: 216 chilometri di lunghezza anziché 120 e una salita conclusiva ben più lunga (oltre 40 chilometri complessivi all'insù) ma più pedalabile. Il gruppo ha faticato molto a partorire la fuga buona; solo sul GPM di Flims alcuni corridori sono riusciti di forza ad avvantaggiarsi:  Koen Bouwman (Team Jumbo-Visma),  Winner Andrew Anacona Gomez (Movistar Team),  Michael Albasini e  Tsgabu Gebremaryam Grmay (Mitchelton-Scott),  Steve Morabito (Groupama - FDJ),  Mathias Frank (AG2R La Mondiale) e  Gino Mader (Team Dimension Data). Una volta ricompattatisi gli attaccanti hanno preso il largo guadagnando un margine massimo di 3 minuti sul gruppo principale sempre pilotato dalla INEOS.

Lo squadrone britannico ha però cambiato passo una volta approcciata l'erta finale e per i fuggitivi non c'è stato nulla da fare. Gli ultimi ad arrendersi sono stati i padroni di casa Frank e Morabito ma quello che rimaneva del gruppo principale - ridotto a una ventina di unità - li ha riassorbiti prima dei -5 alla vetta.

Poco più avanti si è mosso il primo dei big:  Enric Mas, sulla carta uno dei favoriti per la generale ma decisamente deludente alla prima prova in salita di 224 ore prima. Lo spagnolo della Deceuninck ha guadagnato massimo una ventina di secondi mentre i gregari di  Egan Bernal scandivano alle sue spalle un ritmo elevato ma regolare. A 2000 metri dal traguardo è arrivato però l'affondo del sudamericano e per tutti gli altri non c'è stato nulla da fare: il colombiano ha ripreso e superato Mas in un batter d'occhi mentre alle sue spalle  Domenico Pozzovivo provava a non affondare portandosi dietro il possente compagno di team  Rohan Dennis. Dopo la sfuriata iniziale però Bernal si è impuntato su un rapportone forse troppo pesante e nell'ultimo chilometro non ha preso il largo: all'arrivo i due Bahrain hanno contenuto il distacco in una ventina di secondi, un margine recuperabile per il campione del mondo a cronometro nella prova contro le lancette di domani a Goms. A 34'' di ritardo ha concluso un terzetto composto da  Patrick Konrad (BORA - hansgrohe),  Jan Hirt (Astana Pro Team) e  Tiesj Benoot (Lotto Soudal) mentre nel drappello giunto con un passivo di poco superiore al minuto ha chiuso un  Fabio Aru in evidente ripresa: il sardo adesso occupa l'ottava posizione nella generale, ma soprattutto può ritenersi rincuorato dagli evidenti passi in avanti.





21/06/2019

Diretta Ciclismo


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio