Risultati
Strade Bianche 2019 - Alaphilippe piega Fuglsang e conquista Siena. Terzo Van Aert

Strade Bianche 2019 - Alaphilippe piega Fuglsang e conquista Siena. Terzo Van Aert

(foto: Claudio Bergamaschi)

condividi la pagina:

Prima partecipazione e prima vittoria per  Julian Alaphilippe alla Strade Bianche. Il francese della Deceunick-QuickStep ha bagnato con un successo il proprio debutto alla corsa toscana piegando in un vibrante testa a testa il degno rivale  Jakob Fuglsang (Astana Pro Team). Bissa la terza posizione dello scorso anno  Wout Van Aert (Team Jumbo-Visma), l'unico a tenere il ritmo dei due sfidanti lungo i tratti in sterrato verso Piazza del Campo a Siena. Alaphilippe allunga così l'impressionante striscia della propria squadra: il Wolfpack di Patrick Lefevere ha vinto tutte e cinque le corse in linea a cui ha partecipato in questo 2019, con cinque atleti diversi.

Il punto focale della corsa è stato ancora una volta l'ottavo degli undici settori in sterrato in programma, Monte Sante Marie. Lungo questi 11 chilometri di polvere e ghiaia è rimasto da solo fra i fuggitivi della prima ora  Diego Rosa (Team Sky) mentre il gruppo inseguitore è esploso. Alle spalle del piemontese sono rimasti soltanto quindici atleti fra cui tutti i grandi favoriti della vigilia:  Julian Alaphilippe e  Zdenek Stybar (Deceuninck - Quick Step),  Tim Wellens e  Tiesj Benoot (Lotto Soudal),  Jakob Fuglsang e  Alexey Lutsenko (Astana Pro Team),  Greg Van Avermaet (CCC TEAM),  Wout Van Aert (Team Jumbo-Visma). Questo drappello ha ripreso il battistrada mentre si staccava l'unico italiano rimasto a galla,  Alberto Bettiol (EF Education First-Drapac p/b Cannondale).

La mossa decisiva è poi arrivata sul settore successivo, Montaperti Jakob Fuglsang è scattato con decisione portandosi dietro soltanto  Wout Van Aert e  Julian Alaphilippe. Questo terzetto ha mandato in scatto i Lotto, unica coppia rimasta esclusa dall'attacco, e ha preso rapidamente il largo. Sull'ultimo tratto in sterrato poi il danese della Astana ha sferrato un nuovo attacco costringendo al KO il belga iridato nel ciclocross. Van Aert però non si è dato per vinto e ha tenuto duro a 25-30 secondi dal duo di testa, mentre gli altri inseguitori naufragavano oltre il minuto di ritardo.

L'atteggiamento del fiammingo è stato premiato nel finale, perché l'impasse creatosi in testa gli ha permesso di rientrare su Fuglsang e Alaphilippe in vista del triangolo rosso dell'ultimo chilometro. Le prime rampe del muro di Fontebranda sono dunque risultate decisive e la corsa si è risolta in un tesissimo triello.  Wout Van Aert ha preso la rampa in testa ma non ha potuto nulla quando  Jakob Fuglsang  ha lanciato il proprio affondo. Pronta è arrivata invece la risposta di  Julian Alaphilippe che con grande brillantezza si è portato alla ruota del danese, saltandolo ai -200 metri e entrando da vincitore in Piazza del Campo 





09/03/2019

Matteo Pierucci


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio