Risultati
Tour de France 2014 - Nibali torna re: tappa e maglia! Cade e si ritira Contador

Tour de France 2014 - Nibali torna re: tappa e maglia! Cade e si ritira Contador

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

Nel giorno della festa nazionale francese, ad esultare è un italiano:  Vincenzo Nibali (Astana Pro Team) domina a La Planche des Belles Filles prendendosi tappa e maglia gialla. Nel giorno che lo consacra  grandissimo lo Squalo perde il rivale più temuto:  Alberto Contador (Tinkoff-Saxo) è caduto a 100 km dal traguardo, vedendosi costretto al ritiro.

La tappa ha visto una doppia corsa: 10 uomini si sono avvantaggiati nei primi km per giocarsi la vittoria di tappa, mentre dietro i big della generale si sono giocati tutto sull'ultima salita. Fra i 10 battistrada il protagonista assoluto è stato, ancora una volta,  Tony Martin (Omega Pharma - Quick Step): l'iridato della cronometro ha tirato da solo per oltre 100 km per favorire la sortita del proprio compagno  Michal Kwiatkowski, intenzionato a risalire posizioni in classifica. Alla ruota del panzer tedesco si sono sempre tenuti tutti gli altri fuggitivi fra i quali  Joaquim Rodriguez (Team Katusha) e  Giovanni Visconti (Movistar Team).

Dietro intanto si è assistito all'ennesimo colpo di scena di questo incredibile Tour:  Alberto Contador (Tinkoff-Saxo) è caduto in un tratto in discesa, provocandosi un'evidente abrasione al ginocchio. Il gruppo inizialmente ha rallentato in attesa di notizie sulle condizioni del madrileno, ma quando è apparso chiaro che il Pistolero era out la Astana di Nibali ha preso in mano la situazione.

I fuggitivi hanno visto ridotte le proprie speranze di vittoria: sul durissimo Col des Chevrères Purito ha attaccato staccando tutti, salvo poi essere ripreso in discesa da Visconti, Kwiatkowski e dal sorprendente  Amael Moinard (BMC Racing Team). Le rampe finali che conducevano al traguardo di La Planche des Belles Filles sono state teatro di un nuovo allungo del catalano della Katusha, che ha staccato tutti e si è involato verso quella che sembrava una vittoria certa.

Vincenzo Nibali ha però scatenato tutta la propria forza sulla salita conclusiva, anche aiutato da un'ottimo lavoro di squadra:  Jakob Fuglsang  si è spremuto a tutta insieme a  Michele Scarponi, che è stato anche protagonista di una spettacolare caduta con capriola. A 2600 metri dal traguardo il siciliano si è preso il proscenio: senza attendere le mosse dei propri rivali ha attaccato lasciando tutti inerti. Un impassibile  Joaquim Rodriguez si è visto sorpassato da un Nibali lanciato a velocità doppia verso il suo secondo successo di tappa in questo Tour.

Il migliore degli inseguitori è stato  Thibaut Pinot (Equipe Cycliste FDJ.fr) che ha chiuso secondo sulla salita di casa, mentre hanno concluso terzo e settimo i due principali rivali di Nibali,  Alejandro Valverde (Movistar Team) e  Richie Porte (Team Sky). Nel primo gruppo inseguitore hanno concluso anche i due Ag2r  Romain Bardet e  Jean-Christophe Peraud e  Tejay Van Garderen (BMC Racing Team); per questi uomini un ritardo intorno ai 25''.

Più staccati i vari  Rui Alberto Faria Costa (Lampre - Merida),  Andrew Talansky (Garmin - Sharp) e  Bauke Mollema (Belkin Pro Cycling Team) che abbandonano i sogni in giallo. Debaclé anche per la maglia gialla  Tony Gallopin (Lotto Belisol Team) che perde oltre 3 minuti e rende dopo un solo giorno la maglia gialla a Vincenzo Nibali.

Un Nibali sempre più padrone di un Tour che perde protagonisti: senza Contador e Froome nessuno sembra in grado di mettere i bastoni fra le ruote della bici di  Vincenzo Nibali (Astana Pro Team): adesso in classifica generale i primi inseguitori sono Porte e Valverde, ma la sensazione di strapotenza lasciato dal siciliano va ben oltre i 2 minuti e mezzo che ha di vantaggio su tutti.



Ordine d'arrivo, cronaca e VIDEO qui: http://www.direttaciclismo.it/2014/live/tour-de-france/10a-tappa/mulhouse-la-planche-des-belles-filles-13628.php



(foto: Bettini)




14/07/2014

Matteo Pierucci


condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio