Risultati
Tour de France 2019 - Al Tour Alaphilippe si difende attaccando: vince la crono e resta in giallo

Tour de France 2019 - Al Tour Alaphilippe si difende attaccando: vince la crono e resta in giallo

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

La miglior difesa è l'attacco. Non c'era filosofia migliore per affrontare i 27.2 chilometri di cronometro a Pau, nella tredicesima tappa del Tour de France, nella tappa che celebra i cento anni della maglia gialla, del simbolo della corsa francese. Così ha fatto Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step): non solo ha mantenuto la maglia di leader con una prestazione superba ma ha anche vinto la tappa. Col tempo di 35"00'24, il francese ha scacciato ogni dubbio. Geraint Thomas (Team Ineos) ha dovuto accontentarsi della seconda posizione a 14", terzo si è invece piazzato Thomas De Gendt (Lotto Soudal), con un ritardo di 36". 

Il giallo di Alaphilippe è ancora più giallo alla vigilia del mostro, del Tourmalet, che la Grande Boucle scalerà domani. Lui non ha dovuto fare nessun calcolo: solo andare più forte di tutti e spingere sino a quella linea bianca annientando muscoli e polmoni. I calcoli li dovranno fare gli altri, stasera i primi numeri importanti. Buona prova per Rigoberto Uran (EF Education First), quarto a 36", lo seguono Richie Porte (Trek Segafredo) e Steven Kruijswijk (Jumbo Visma) a 45", Thibaut Pinot (Groupama FDJ) a 49", Kasper Asgreen (Deceuninck-Quick Step) a 52", Enric Mas (Deceuninck-Quick Step) a 58" e Joey Rosskopf (CCC) a 1'01". 

In ottica classifica generale discreta la prova di Jakob Fuglsang (Astana) a 1'07", di  Bauke Mollema (Trek Segafredo) a 1'09" e di Alejandro Valverde (Movistar) a 1'11". Troviamo inoltre a 1’36” Egan Bernal (Team Ineos), a 1’45” Mikel Landa (Movistar), a 1’51” Nairo Quintana (Movistar), a 2’06” Daniel Martin (UAE), a 2’08” Adam Yates (Mitchelton-Scott) e a 2’26” Romain Bardet (AG2R La Mondiale). Questi ultimi dovranno assolutamente inventarsi qualcosa per recuperare: Bernal, con questa prova, lascia definitivamente a Thomas il ruolo di capitano in casa Ineos mentre Yates e Bardet pongono una grossa tegola sulle proprie possibilità di puntare alla leadership del Tour de France. In chiave recupero possiamo considerare buona la prova di Fabio Aru (UAE) che chiude a 1'49" da Alaphilippe. Giornata tranquilla per Vincenzo Nibali (Bahrain Merida), non ancora al top della forma; il siciliano resta al Tour e combatte per una possibile vittoria di tappa personale e per aiutare i compagni. Chapeau. 

Wout Van Aert (Jumbo Visma) è invece costretto ad abbandonare la corsa: in una curva, nel tratto finale della crono, prende una traiettoria errata, troppo stretta, e urta con la gamba le transenne protettive. La ferita alla gamba è troppo ampia: dopo la dovuta assistenza medica è costretto a ritirarsi salendo sull'ambulanza. 

In classifica generale Alaphilippe può gestire un vantaggio 1’26” su Thomas, 2’12” su Kruijswijk, 2’44” su Mas, 2’52” su Bernal, 3’04” su Buchmann.

Domano quattordicesima frazione: da Tarbes a Tourmalet per un totale di 117.5 chilometri. Tappa breve ma intensa con arrivo in vetta al Tourmalet dopo aver affrontato il Col de Soulor. Non ci si può più nascondere. Saranno emozioni su due ruote. 





19/07/2019

Stefano Zago


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non puō essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio