Risultati
Tour de France 2019 - Van Aert di un soffio su Viviani. Scoppola Fuglsang-Pinot per i ventagli

Tour de France 2019 - Van Aert di un soffio su Viviani. Scoppola Fuglsang-Pinot per i ventagli

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

 Wout Van Aert (Team Jumbo-Visma) ha vinto la decima tappa del Tour de France 2019, battendo di pochissimi centimetri  Elia Viviani (Deceuninck - Quick Step). Terzo è giunto  Caleb Ewan (Lotto Soudal).

Giornata di transizione sulla carta, ma che nei fatti impone una severissima scoppola a  Jakob Fuglsang (Astana Pro Team),  Thibaut Pinot (Groupama - FDJ),  Richie Porte (Trek-Segafredo) e  Rigoberto Uran (EF Education First-Drapac p/b Cannondale) che a causa dei ventagli perdono 1' e 40". Ancor peggio va a  Mikel Landa (Movistar Team) giunto a oltre due minuti. 

Sembrava tutto pronto al tradizionale inseguimento a un gruppetto di coraggiosi, prologo dello sprint finale. Ma così è stato fino ai -37 quando la fuga di 7 con  Tony Gallopin (AG2R La Mondiale) e  Maximilian Schachmann (BORA - hansgrohe) è stata ripresa a doppia velocità da un gruppo in fibrillazione a causa del vento laterale.

A rimanere nella rete oltre ai già citati anche gli azzurri Nibali e Cicconi (arrivati a oltre due minuti di ritardo) e  George Bennett (Team Jumbo-Visma), letteralmente crollato e finito lontanissimo.

Il finale è caratterizzato da un emozionante inseguimento tra Bora e Ineos, davanti, e gli altri rimasti dietro che però devono cedere: i secondi crescono lentamente fino a diventare tanti, tantissimi se si considerano le premesse al mattino. In molti pensavano di apprestarsi al giorno di riposo con una tappa di trasferimento, ma al Tour non si può mai star tranquilli.

Giunti in prossimità dell'arrivo si muovono le squadre dei velocisti: la più numerosa è la Sunweb di  Michael Matthews che si presenta in parata sul rettilineo finale. Il più in palla sembra però  Elia Viviani (Deceuninck - Quick Step) che prende la sinistra della strada e mette tutti in fila fuorché un incredibile  Wout Van Aert (Team Jumbo-Visma) che trova gambe e tempismo per bruciare sul colpo di reni l'olimpionico di Isola della Scala. Un secondo posto che brucia, ma di occasioni di riscatto ve ne saranno ancora.





15/07/2019

Diretta Ciclismo


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio