Risultati
Tour Down Under 2020 - Ewan raddoppia a Murray Bridge su Bennett e Philipsen. Quinto Alberto Dainese

Tour Down Under 2020 - Ewan raddoppia a Murray Bridge su Bennett e Philipsen. Quinto Alberto Dainese
condividi la pagina:

Lascia o raddoppia? Caleb Ewan raddoppia al Tour Down Under 2020. Il velocista australiano, dopo aver sorpreso tutti con una volata di prepotenza su un traguardo per nulla banale come quello posto a Stirling nella seconda frazione, concede il bis nella quarta tappa della corsa dell'altro emisfero.

I 152,8 chilometri che uniscono Norwood a Murray Bridge sembrano disegnati apposta per uno sprinter: se nelle prime battute qualche strappo vivacizza la corsa, oltrepassata la metà della frazione l'altimetria è quasi in discesa sino al traguardo dove rettilinei ampi e lunghi attendono gli esperti della velocità. Alle spalle del velocista Lotto Soudal si è piazzato Sam Bennett (Deceuninck-QuickStep) che, pur avendo preso lo sprinter in testa, nulla ha potuto contro la rimonta di Ewan, terzo ha invece concluso Jasper Philipsen (UAE Team Emirates). Da segnalare la presenza in top ten di due azzurri: parliamo di Alberto Dainese (Sunweb) giunto quinto e del veterano Giacomo Nizzolo (NTT) transitato sotto la linea del traguardo in settima posizione. Ha concluso la frazione anche Elia Viviani (Cofidis): il velocista di Isola della Scala non è riuscito a disputare lo sprint, ancora dolorante dopo la caduta degli scorsi giorni, ma vederlo al traguardo è indubbiamente un segnale incoraggiante. Avrà modo di rifarsi. 

I primi attacchi di giornata avvengono subito dopo lo start riproponendo un copione ormai noto nelle frazioni destinate ad una volata finale. Oggi però il gruppo non lascia fare. Non ci si lasci trarre in inganno però: non è il tentativo solitario di Laurens De Vreese (Astana) a spaventare il plotone. A pochi chilometri ci sono infatti due traguardi volanti ed i velocisti hanno tutto l'interesse a giocarseli. Come Jasper Philipsen (UAE Team Emirates) regola dapprima Mads Pedersen (Trek-Segafredo) e sucessivamente Robert Power (Sunweb) le danze si riaprono.

All'attacco partono in cinque. Parliamo di Joey Rosskopf (CCC), James Piccoli (Israel Start-Up Nation), Laurens De Vreese (Astana), Jorge Arcas e Sergio Samitier (Movistar). Il gruppo, questa volta, lascia fare ed il vantaggio tocca rapidamente i 3'30". Il margine è stabilmente controllato dal plotone che si meno 60 chilometri dal traguardo decide che è il momento di accorciare le distanze. Tutto molto facile con un ritardo cronometrico che diminuisce rapidamente nel giro di pochi chilometri per poi restare stazionario sino al momento del ricongiungimento. Il vento suggerisce una pazza idea a Lotto Soudal, Mitchelton – Scott, Sunweb, Astana, Jumbo – Visma e UAE Team Emirates: far saltare il plotone per poi andare a giocarsi una volata ristretta. È una lotta di posizioni che va ad esaurirsi con il passare dei chilometri ed il calare del vento. Tutto da rifare. 

La volata di Sam Bennett sembra infinita: in parte lo è ed in parte è il celere rinvenire di Caleb Ewan (Lotto Soudal) alle sue spalle a far sembrare tutto così facile. A vincere è proprio Ewan davanti a Bennett. Terzo si piazza Jasper Philipsen (UAE Team Emirates) che precede André Greipel (Israel Start-Up Nation) ed il nostro Alberto Dainese (Sunweb). In classifica generale Richie Porte (Trek-Segafredo) mantiene un vantaggio di tre secondi su Daryl Impey (Mitchelton-Scott) e di otto secondi su Robert Power (Sunweb). 





24/01/2020

Stefano Zago


condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio