Risultati
Tour of the Alps 2019 - Sky ancora vincente, stavolta la Scena di Sivakov

Tour of the Alps 2019 - Sky ancora vincente, stavolta la Scena  di Sivakov

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

Seconda tappa e seconda vittoria targata Team Sky al Tour of the Alps 2019. Stavolta ad andare a segno è stato  Pavel Sivakov che al pari del compagno di team  Tao Geoghegan Hart ha conseguito sulle strade dell'ex Giro del Trentino il primo successo nell'ancora breve carriera. Alle spalle del corridore russo ma nato a San Donà di Piave sono giunti sul traguardo di Scena  Jan Hirt (Astana Pro Team) e  Mattia Cattaneo (Androni Giocattoli - Sidermec).

La frazione odierna era la più lunga dei cinque giorni di corsa; lungo i 178 chilometri del percorso i corridori sono passati dall'Austria all'Italia scalando poi l'impegnativo Passo del Giovo e concludendo la propria fatica a Scena, in Alto Adige. I primi chilometri in terra tirolese sono stati molto combattiti e soltanto dopo il Traguardo Volante di Reith in Alpbachtal si è sganciata la fuga buona.  Ruben Dario Acosta Ospina (Nippo Vini Fantini Faizanè),  Juan Jose Amador (Manzana Postobon),  Sergio Samitier (Euskadi Basque Country - Murias),  Filippo Rocchetti (Team Colpack) e i due Neri Sottoli - Selle Italia - KTM  Giovanni Visconti e  Edoardo Zardini. Questo sestetto ha condotto le danze per tutta la percorrenza austriaca raggiungendo i cinque minuti e mezzo di vantaggio in cima al GPM di terza categoria di Tulfes.

La situazione è cambiata soltanto all'imbocco del Giovo quando nell'avanguardia del gruppo i Bahrain hanno preso il posto degli Sky dando una netta accelerata. Anche i battistrada dunque si sono visti costretti ad aumentare il ritmo; ne hanno fatto le spese per primi  Ruben Dario Acosta Ospina e  Giovanni Visconti, ma presto anche  Filippo Rocchetti e  Juan Jose Amador si sono arresi. In testa sono rimasti dunque  Sergio Samitier e  Edoardo Zardini che con qualche alto e basso hanno proceduto fino allo scollinamento, quando il loro margine è sceso sotto il minuto.

Lungo la discesa il basco è stato in grado di fare la differenza distanziando il corridore veneto che una volta giunto nel tratto finale pianeggiante viene ripreso dal gruppo, ridotto a una quindicina di unità. A questo punto si è scatenata la bagarre non essendoci nessuna squadra in grado di controllare la corsa. Anche  Vincenzo Nibali ha tentato un attacco ma l'azione giusta è arrivata per merito di  Nikita Stalnov (Astana Pro Team) a cui si sono accodati  Mattia Cattaneo (Androni Giocattoli - Sidermec),  Pawel Poljanski (BORA - hansgrohe) e  Pavel Sivakov (Team Sky). Questo quartetto ha trovato un buon accordo andando a riacciuffare il coraggioso  Sergio Samitier

Fra gli inseguitori si è mosso  Hermann Pernsteiner (Bahrain Merida Pro Cycling Team) che con un grande sforzo è riuscito a riportarsi sulla testa della corsa in compagnia di  Fausto Masnada (Androni Giocattoli - Sidermec) e  Jan Hirt (Astana Pro Team). Si è dunque formato un drappello di sei unità che vedeva rappresentati tutti i team più importanti; fra gli attardati era rimasto invece  Rafal Majka che ha fatto rialzare  Pawel Poljanski nel tentativo di ridurre le distanze. Gli uomini al comando erano ormai troppo distanti e la vittoria di tappa era affar loro.

La contesa si è decisa sull'ultimo muro di 500 metri nel centro di Scena. La lotta si è risolta in un testa a testa fra  Pavel Sivakov e  Jan Hirt; il russo classe '97 è sempre stato davanti ma ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per togliersi di ruota il ceco quando mancavano soltanto 80 metri all'arrivo. Per il figlio d'arte oltre alla prima vittoria da professionista è arrivata anche la maglia ciclamino di leader della generale. Settima piazza a 29'' di ritardo per  Vincenzo Nibali che nel finale ha recuperato terreno mostrando un'ottima gamba; solo diciassettesimo invece  Chris Froome.





23/04/2019

Diretta Ciclismo


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non pu essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio