Risultati
Vuelta a Andalucia 2019 - Trentin, che gamba! Secondo successo 2019 davanti a tanta Italia

Vuelta a Andalucia 2019 - Trentin, che gamba! Secondo successo 2019 davanti a tanta Italia

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

 Matteo Trentin (Mitchelton-Scott) ha vinto la seconda frazione della Vuelta a Andalucia 2019 imponendosi allo sprint davanti a  Danny Van Poppel (Team Jumbo-Visma) e a   Ivan Garcia Cortina (Bahrain Merida Pro Cycling Team).

Sprint a tinte tricolori grazie ai buoni piazzamenti di  Manuel Belletti (Androni Giocattoli - Sidermec) (5°),  Andrea Pasqualon (Wanty - Groupe Gobert) (6°) e  Vincenzo Albanese (Bardiani - CSF) (9°).

Non cambia la generale con  Tim Wellens (Lotto Soudal) che tiene saldamente la vetta della classifica dopo il successo nella tappa inaugurale.

Seconda frazione che prevedeva in menu 216 chilometri tra Siviglia e Torredonjimeno: percorso nervoso ma che non ha sconquassato i piani degli sprinter. Prima parte di corsa caratterizzata dalla fuga di  Kevin Van Melsen (Wanty - Groupe Gobert),  Alexandr Kulikovskiy (Gazprom-RusVelo),  Mattia Viel (Androni Giocattoli - Sidermec),  Umberto Orsini (Bardiani - CSF) e  Juan Antonio López-Cózar (Euskadi Basque Country - Murias) che arrivano a guadagnare fino a 4 minuti senza mai mettere paura al gruppo che li riprende ai meno 25 dal traguardo. 

Lo sprint poi si è deciso in un fazzoletto con  Matteo Trentin (Mitchelton-Scott) bravo a non farsi prendere dalla fretta e a recupera regalmente a centro strada dopo che  Ivan Garcia Cortina (Bahrain Merida Pro Cycling Team) aveva tentato di anticipare tutti.





21/02/2019

Diretta Ciclismo


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio