Elenco Iscritti
Giro di Turchia 2018 - Hodeg finalizza al meglio il lavoro della Quick-Step

Giro di Turchia 2018 - Hodeg finalizza al meglio il lavoro della Quick-Step

(foto: Bettini)

condividi la pagina:

E' arrivato il sigillo di  Alvaro Jose Hodeg (Quick-Step Floors) nella quinta tappa del Giro di Turchia 2018. Il giovane velocista colombiano ha concretizzato il lavoro dei propri compagni che negli ultimi chilometri verso il traguardo di Manisa hanno messo in piedi un treno puntualissimo offrendo un assist perfetto per il proprio capitano. Primo dei battuti il tedesco  John Degenkolb (Trek - Segafredo) mentre ha deluso il dominatore dei primi sprint  Sam Bennett (BORA - hansgrohe), soltanto quarto.

La classifica cortissima ha fatto sì che i big si scontrassero fin dai primi chilometri per andare a caccia dei secondi di abbuono in palio al primo traguardo volante. A segno sono andati  Nathan Haas (Team Katusha - Alpecin) e  Fabio Felline (Trek - Segafredo) che hanno agguantato rispettivamente 2 e 1 secondo. In seguito è stato dato il via libera alla fuga composta da  Onur Balkan (Nazionale turca),  Aime De Gendt (Sport Vlaanderen - Baloise),  Rafael Reis (Caja Rural - Seguros RGA) e  Nikolay Trusov (Gazprom-RusVelo). Il gruppo ha concesso loro 2'30'' di margine prima che Quick-Step e BORA si mettessero all'inseguimento.

L'ultimo ad arrendersi è stato il campione nazionale turco  Onur Balkan che ha alzato bandiera bianca ai -6 chilometri dal traguardo. In seguito anche una caduta si è verificata in testa al gruppo, coinvolto  Matteo Pelucchi (BORA - hansgrohe) che è stato così costretto a mollare le prime posizioni. Il finale poi è stato un monologo Quick-Step: prima  Zdenek Stybar e poi  Ariel Maximiliano Richeze hanno protetto  Alvaro Jose Hodeg che negli ultimi 100 metri ha aperto il gas staccando tutti gli altri.

Terza posizione di giornata per  Nathan Haas che raggiunge così  Diego Ulissi in seconda posizione della generale a 4'' di distacco dal leader  Alexey Lutsenko. Domani ultima tappa, i velocisti dovrebbero ancora sfidarsi a Istanbul ma non è escluso che ci siano movimenti di uomini a caccia di abbuoni.






13/10/2018

Matteo Pierucci


ALTRE NOTIZIE CORRELATE

condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio