Under 23
Il Giro Under 23 dagli occhi di Michael Belleri: resoconto quinta tappa

Il Giro Under 23 dagli occhi di Michael Belleri: resoconto quinta tappa
condividi la pagina:

Anche per la quinta tappa, come tutti i giorni, vi raccontiamo il Giro Under 23 dagli occhi di Michael Belleri. La frazione di ieri, che metteva sul piatto 128 chilometri, da Darfo Boario Terme a Dimaro Folgarida, ricca di salite e con un arrivo veramente duro e importante in chiave classifica generale, è stata vinta ancora una volta da un colombiano: Einer Augusto Rubio. Quando si parla di salite, si sa, i sudamericani sono di un altro livello, e in questa corsa lo stanno dimostrando. Il nostro giovanissimo (ricordiamo che è un classe 1999, ndr) Belleri, sebbene un livello molto alto, è riuscito a ben figurare, concludendo al 42esimo posto una tappa durissima che ha messo alla prova tutti gli atleti in corsa.

Al termine dell'ardua giornata in sella, ci ha raccontato in esclusiva le sue sensazioni e il suo punto di vista personale, ciò che ha vissuto e provato in prima persona:"Ciao ragazzi, sono arrivato da un po' in hotel, ho fatto i massaggi, respirato un po' e ora vi racconto com'è andata. Oggi si partiva a Darfo e si arrivava a Dimaro. Sulla carta era ovviamente una tappa dura, in più alla partenza ha iniziato a piovere, e diciamo che è stata molto dura sin dai primi chilometri, con la paura di tutto il gruppo a causa delle strade tortuose con passaggi in piccoli paesi e anche qualche passaggio a livello, rotonde, tratti in pavé, discesine: quindi era un po' brutta. Siamo partiti subito forte anche oggi, perché tutti cercavano la fuga ma non è mai andata, e lo si è capito dalla media della prima ora, intorno ai 45-46 km/h, con la strada che saliva. Dopo 44-45 chilometri si affrontava il G.P.M. di terza categoria di Cortino: l'abbiamo presa forte e in gruppo siamo rimasti un centinaio, forse qualcosa in più. Una cinquantina di corridori si erano staccati, un po' di selezione è stata fatta lì. Fortunatamente nel prendere la salita le strade erano asciutte e fino all'arrivo le abbiamo trovate asciutte. Poi siamo scesi dalla prima salita, abbiamo fatto la vallata del Tonale, facendo la salita verso la cima del Passo del Tonale. Il ritmo è stato abbastanza tranquillo e sulla cima siamo scollinati in circa sessanta corridori, forse anche settanta."

Il giovane corridore ha poi detto la sua anche per quel che è riguardato il risultato personale in una tappa così difficile dal punto di vista altimetrico:"Oggi è stata la mia migliore giornata da inizio Giro. Sono arrivato 42esimo a 6'40" dai primi. L'ultima salita l'hanno presa forte, e io, non conoscendola, ho deciso di non seguire i migliori, e sono salito del mio passo, facendo il mio ritmo, e ho ripreso anche molti corridori che all'inizio mi avevano staccato ma che poi sono saltati completamente e li ho ripresi. Negli ultimi 2 chilometri, con la svolta a destra, la salita era molto più impegnativa e si stringeva la carreggiata. Si prende quello che viene, oggi stavo davvero bene e speriamo di concludere bene questo Giro".

Appuntamento a domani con il consueto resoconto di Michael Belleri sulla sesta frazione (che avrà luogo nella giornata di oggi, nrd) di questo Giro d'Italia Under 23.





13/06/2018

Niccolò Anfosso


condividi la pagina:
ALTRE NOTIZIE

condividi la pagina:



Associazione Diretta Ciclismo
via S.Pertini 159 - 55041 Camaiore (LU) - P.IVA 02302740465
Questo sito non è una testata giornalistica o similare e viene aggiornato senza alcuna periodicità esclusivamente in base ai contenuti dei collaboratiri del sito, pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62/01.
Informazioni su privacy e disclaimer Archivio